Le migliori borracce in acciaio inox

Le migliori borracce in acciaio inox

Ecco cosa devi sapere prima di comprare una borraccia in acciaio riutilizzabile. Lo scoprirai in modo semplice leggendo questo articolo in cui vengono spiegate le caratteristiche di una buona borraccia riutilizzabile in acciaio.

Ci sono marche modelli a volontà, e quando la varietà di scelta è così vasta diminuisce la nostra capacità di prendere una decisione.

Indice dei contenuti

I dubbi più frequenti sulle borracce in acciaio?

Tra le tante domande che ti poni, probabilmente ci saranno queste:

  • Una borraccia termica in acciaio riesce a mantenere veramente fredda oppure calda una bevanda? E per quanto tempo ci riesce?
  • Dentro una borraccia riutilizzabile in acciaio l’acqua ha un buon sapore?
  • Quali bevande posso mettere in una borraccia in acciaio?
  • Una borraccia in acciaio è facile da pulire?
  • Una bottiglietta in acciaio è resistente all’usura?
  • Le bottigliette riutilizzabili in acciaio sono sicure per la salute?
  • Quali sono le migliori marche di bottigliette in acciaio?
  • Dove vengono prodotte le bottigliette in acciaio?

Bere è tra i gesti più semplici che compiamo, ed il modo come lo facciamo può avere un enorme impatto nell’ambiente in cui viviamo. Ogni nostra azione ha un impatto, e se la compiamo nel modo migliore possiamo cambiare le cose. Per questo motivo la scelta di usare una bottiglietta riutilizzabile come una borraccia in acciaio non è banale.

Dove si può usare una borraccia in acciaio

Ovunque tu voglia e ti serva usarla. Le moderne borracce in acciaio di buona marca sono estremamente versatili, sono costruite con ottimi materiali e grazie alla possibilità di montare una vasta gamma di accessori si possono usare ovunque. Puoi usare una borraccia in acciaio, durante una passeggiata, una camminata veloce, anche semplicemente seduto alla tua scrivania mentre lavori al computer, oppure immerso in un’avvincente videogioco.

Ci sono perfino borracce termiche con infusori per tisane, oppure bottigliette con sistemi di depurazione per essere utilizzate all’aperto e mantenere l’acqua a lungo pulita. Se ami gli infusi e le tisane, una bottiglietta in acciaio è comodissima anche in casa.

Ricordati che non ci sono limiti, la regola principe che puoi applicare è: ovunque viene utilizzata una bottiglia in plastica può essere utilizzata anche una Borraccia in Acciaio.

Borraccia acciaio: Quanto deve essere grande?

La dimensione della borraccia è importante, e dipende spesso dal contesto nella quale la dovrai usare. Pensa a quanta acqua hai bisogno, in base all’attività, la temperatura del tempo ed il numero di ore in cui userai la borraccia:

  • Ti serve durante una leggera passeggiata?
  • Sarai seduto in ufficio, o nella tua postazione smart working ?
  • A fare una corsa, oppure una sessione di Ginnastica ?
  • In giro a fare shopping?
  • A fare Trekking?

Borraccia acciaio: A quale temperatura?

Se sei esigente ci vuole sicuramente una borraccia termica, ma non sottovalutare anche quelle a singola parete che con un piccolo accorgimento ti possono sorprendere.

Vuoi bere freddo? Caldo? Oppure ti accontenti di bere a Temperatura ambiente?

Se preferisci mantenere le bevande fredde oppure calde l’unica scelta sono le borracce termiche. Le borracce termiche sono costruite solitamente a doppia parete, ma oggi puoi trovarle anche a tripla parete.

Tra i vantaggi di una bottiglia in acciaio a doppia parete, c’è quello di essere sempre asciutte fuori, non si forma condensa all’esterno anche se il liquido all’interno è gelato. Quindi una bottiglietta termica in acciaio la puoi mettere dentro borse e zaini senza rischiare di bagnare nulla.

Se invece ti accontenti di bere l’acqua a temperatura ambiente, le bottigliette in acciaio a singola parete chiamate anche single WALL, vanno benissimo. Sono leggere e con un tappo a beccuccio la trovo comodissima per fare sport. Anzi per la loro caratteristica leggerezza, infatti pesano pochi grammi, sono la scelta perfetta durante la pratica sportiva.

Un trucco per mantenere fresche anche queste borracce, è quello di conservarle in un sacchetto bagnato. Questo semplice metodo molto diffuso un tempo, sfrutta l’evaporazione dell’umidità dell’involucro esterno della bottiglietta, che in modo naturale raffredda la borraccia. Se ti viene più familiare comprendere come funziona, pensa alla sensazione piacevole di frescura che provi quando sulla spiaggia, preso dalla calura, ti bagni la testa. Per questo motivo le borracce di una volta erano sempre avvolte con della tela.

L’alternativa moderna di oggi sono invece i sacchetti in neoprene, un materiale capace di isolare termicamente alla grande. Se non lo conosci, devi sapere che viene usato anche nelle mute d’immersione subacquea, per mantenere caldo il corpo dei Sub.

Una borraccia in acciaio è pesante?

E’ normale associare il metallo a qualcosa di pesante, e la plastica a qualcosa di leggero. Ma le bottigliette in acciaio moderne, sia termiche che no, sono leggerissime. Per esempio una borraccia termica della 24Bottles da 850ml pesa appena 274 grammi , compreso il tappo in acciaio. Mentre una borraccia non termica in acciaio da 1 Litro pesa SOLO 154 grammi.

 

Borraccia acciaio: Borracce termiche sportive

Se cerchi una borraccia termica dalle grandi prestazioni, adatta per uso continuato anche in condizioni estreme, sicuramente la linea dei prodotti ROOT-FTC fà al caso tuo.

Ormai le borracce termiche sono in vendita ovunque, nel web e nei negozi più disparati. Ci sono persino aziende che per farsi pubblicità, le regalano con impresso sopra il loro logo. Il problema però è conoscere la qualità di queste bottigliette. Resistono nel tempo, mantengono le loro caratteristiche ma soprattutto se sono costruite con materiali sicuri. Il più delle volte, queste borracce vanno a finire nella spazzatura, oppure chiuse in qualche armadietto.

Se ci rifletti bene, tutto questo è un grande spreco di risorse. Non ha senso produrre delle borracce economiche la cui vita è abbastanza breve.

Le borracce ROOT-FTC nascono per durare nel TEMPO

Non è il caso delle borracce termiche ROOT-FTC, azienda giovane ma che si colloca già al TOP della categoria delle borracce per uso sportivo e quotidiano.

Il loro mantra è: “Vogliamo prenderci cura del nostro pianeta, Apparteniamo a questo pianeta, questo pianeta è la nostra radice.“

Questo è il principio alla base del loro modo di fare impresa in modo responsabile, contribuendo in modo effettivo al cambiamento necessario per preservare il Mondo in cui viviamo. Per questo motivo le borracce termiche ROOT-FTC sono progettate e costruite per durare nel tempo.

Se dura di più alla fine costa meno e riduce l’inquinamento

Produrre un prodotto che dura per molto tempo ha un impatto ambientale minore, rispetto ad un prodotto che ha una vita breve e che deve essere presto sostituito. Le borracce termiche ROOT FTC abbracciano in pieno i principi di RIDUZIONE e RIUSO, riduzione del consumo di risorse e loro riutilizzo più volte dopo la loro trasformazione.

La Root-FTC certifica che le bottigliette termiche che produce riescono a mantere le bevande fredde per 24 ore, e calde per 20 ore. Con una temperatura esterna di circa 25°C la temperatura interna dell’acqua passa da 3°C a 16°C dopo 24 ore. Mentre le bevande calde passano da 100°C a 45°C dopo 20 ore.

Le borracce termiche ROOT-FTC sono disponibili in tre dimensioni differenti, da 500ml700ml e 940ml.

Il design è pensato per poter essere trasportate in modo agevole, infatti sono corredate di un sistema di lacci elastici che permette di afferrare in modo sicuro la bottiglia in ogni situazione. Mentre le finiture esterne sono disponibili in 5 diverse versioni per un totale di ben nove combinazioni di colori.

La root FTC ha chiamato le varie versioni con OCEAN, FOREST, URBAN, SPORT e RAW, ognuna con un motto d’effetto. Vi sconsiglio di fare attenzione semplicemente alle caratteristiche salienti delle bottigliette, e scegliere il colore che più vi piace indipendentemente dal motto. Tutte le 5 versioni infatti sono uguali tra loro e si differenziano solo per le combinazioni di colore, tranne per le RAW che sono lasciate a lucido con l’acciaio INOX esposto, di forte impatto sicuramente. Tutte le borracce sono naturalmente in acciaio INOX adatto per il contatto con alimenti per uso umano.

La soluzione tecnica è la classica doppia parete con camera d’isolamento e un ulteriore strato di protezione termica denominato Thermal SHELL. La verniciatura esterna è invece a polvere con trattamento antiscivolo, mentre il fondello è rinforzato con TPU (un materiale plastisco resistente agli urti) per proteggere la bottiglia ed evitare deformazioni delle pareti.

Se hai una vita movimentata e dinamica e cerchi una bottiglia, che sia bella, pratica, comoda e dalle prestazioni straordinarie le borracce termiche ROOT FTC sono sicuramente una scelta valida che risponde a pieno alle tue esigenze.

Per tua comodità ti riassumo un riassunto delle caratteristiche principali:

Il Design estremamente compatto ha un sistema di maniglie anti-rotolamento per presa e fissaggio della bottiglietta per facilitarne il trasporto.

  • Realizzata in acciaio inossidabile con isolamento termico a doppia parete e rivestimento in “Thermal Shell”.
  • E’ adatta a qualsiasi tipo di bevanda, ed assicura freschezza per 24h e caldo per 20h.
  • Verniciata a polvere con un trattamento che assicura la presa anche con le mani sudate.
  • Il Fondello è rinforzato in TPU ed è Anti-Scivolo e Anti-Urto.
  • Tutte le componenti plastiche utilizzate sono sicure e prive di sostanze tossiche come il BPA.
  • IL COLLO della bottiglia è progettato per inserire facilmente cubetti di ghiaccio di dimensioni standard, e facilitarne la pulizia.

 

Le borracce in acciaio fanno male? No.

La borraccia in acciaio sarà sicura? Questa è tra le domande più importanti in assoluto, e deve rappresentare la chiave di volta di ogni tua scelta. Le marche in circolazione sono oramai innumerevoli ed orientarsi è difficile. Scegliere una borraccia in acciaio di marca può significare un aumento del prezzo di acquisto, ma ricorda che la salute non ha prezzo. Una bottiglietta dal design accattivante non vale molto se è stata trattata con vernici al piombo, se le plastiche di eventuali componenti non sono atossiche, oppure se l’acciaio utilizzato non è sicuro.

Come fare a capirlo allora? Bisogna leggere in modo dettagliato i siti WEB dei produttori, i manuali d’uso, le FAQ, tutto quello che è utile per capire se sono realizzate rispettando le norme di sicurezza. Nelle istruzioni d’uso, nella confezione oppure sulla bottiglia stessa devono essere presenti i simboli che indicano che il prodotto è idoneo per uso alimentare. Simbolo per prodotti sicuro per uso alimentare.

Quale è il materiale migliore per una borraccia?

Scegliere una borraccia sembra facile, ma l’infinita varietà di modelli, marche e materiali può metterti a dura prova. Il mercato offre una varietà incredibile di borracce, costruite nei materiali più disparati, come la plastica, l’alluminio e persino la ceramica.

Ma io ti spiegherò che il materiale migliore e più sicuro per una borraccia è l’acciaio.

5 motivi per cui l’acciaio è il migliore materiale per la tua borraccia

1) L’acciaio INOX, rende una Borraccia inossidabile

L’acciaio inox è resistente alla corrosione, contrariamente a quanto avviene per le bottigliette di alluminio. Viene detto inossidabile perché non arrugginisce, cioè non viene attaccato dalla ruggine, grazie alla sua composizione miracolosa. L’acciaio Inox è una lega metallica definita auto passivante, in parole semplici è immune alla corrosione, perché capace di auto ripararsi a livello molecolare. La superficie dell’acciaio Inox anche se scalfita si auto ripara e recupera le caratteristiche iniziali del materiale. Pensa alle posate di acciaio che utilizziamo a casa che non arrugginiscono mai, anche se vengono messe a contatto al calore, con qualsiasi tipo di cibo, e lavate con acqua e detergenti quotidianamente.

2) Le borracce In Acciaio Inox sono leggere e resistenti

Le borracce in acciaio inox sono robuste ma allo stesso tempo sono leggerissime. Grazie alla grande resistenza dell’acciaio inox, lo spessore del corpo di una borraccia in acciaio è sottilissimo, molto meno di una bottiglietta in Alluminio. Questo è il Motivo N°2, perchè Contrariamente a quanto puoi pensare, una Borraccia in Acciaio inossidabile è Robusta e Leggera allo stesso tempo. L’incredibile Resilienza dell’Acciaio inossidabile. Le borracce in acciaio inossidabile durano allungo perché sono robusteresistono a cadute ed urti mantenendo la loro usabilità intatta.

3) Le borracce In Acciaio Inox sono igieniche

Lo sai perché le borracce puzzano? Molto semplicemente le borracce di buona fattura, puzzano se non vengono pulite. Le borracce scarse, invece possono puzzare a prescindere per colpa dei materiali usati. Devi sapere che nella tua bocca sono presenti più di 600 tipi di batteri differenti, che in modo naturale possono passare negli oggetti che utilizzi per bere. Se non pulisci bene la borraccia, molto presto si crea un rivestimento sottilissimo di batteri che è la causa della puzza della borraccia. Quindi è importantissimo lavare le borracce, così come qualsiasi oggetto che usiamo per mangiare oppure bere. Un materiale è igienico quando è resistente alla corrosione, è facile da pulirenon trattiene facilmente la sporcizia. L’acciaio Inox ha queste caratteristiche, per questo motivo dopo il vetro è il materiale più igienico che esiste.

4) Una borraccia in Acciaio INOX è Sicura per la Salute

L’acciaio Inox per uso alimentare non cede mai sostante chimiche a contatto con gli alimenti. L’acciaio INOX è praticamente inerte rispetto agli alimenti, cioè non perde mai sostante chimiche che possono inquinare bevande e cibi. Questa caratteristica è stata testata in modo sistematico anche dal nostro istituto superiore della sanità che lo ha validato come materiale idoneo per lo stoccaggio, la lavorazione ed il trasporto di sostanze alimentari. In conclusione una borraccia di acciaio Inox ben pulita è il contenitore perfetto perché preserva qualità e sapore del contenuto.

5) Le Borracce in Acciaio inossidabile sono ecologiche per tutto il ciclo di vita

Prima di tutto nella produzione di acciaio inox si utilizza meno energia rispetto alla produzione di leghe di altri metalli come l’alluminio. Quindi una borraccia in acciaio è più ecologica di una borraccia in alluminio. Una borraccia in acciaio è ecologica anche quando ha terminato la sua vita ed è ridotta a rottame. L’acciaio inossidabile è inerte, ed in qualsiasi condizione non cede sostanze inquinanti nell’ambiente. L’acciaio inossidabile può essere riciclato all’infinito per la produzione di altri oggetti in acciaio in modo molto semplice e lineare. Al contrario della plastica, il cui processo di riutilizzo e ricicli è meno lineare ma molto più complesso. Inoltre la dispersione della plastica nell’ambiente è un fenomeno devastante che ha enormi ripercussioni nell’ambiente. L’acciaio si usa da molto più tempo della plastica, ma essendo inerte la sua dispersione nell’ambiente non ha mai causato gli effetti della plastica.

 

Borracce acciaio: Risposte alle domande frequenti

Una borraccia termica d’acciaio riesce a mantenere veramente fredda oppure calda una bevanda? Per quanto tempo ci riesce ?

Una buona borraccia in acciaio riesce a mantenere fresche le bevande per circa 24 ore e calde per circa 12 ore, alcune marche vanno pure oltre.

Dentro una bottiglietta riutilizzabile in acciaio l’acqua ha un buon sapore ?

Nelle borracce in acciaio di buona qualità e ben pulite, l’acqua e qualsiasi altra bevanda mantiene intatto il sapore.

Quali bevande posso mettere in una borraccia in acciaio ?

Dentro le borracce in acciaio inox puoi mettere anche bevande acide oppure grasse, come vino, succhi di frutta, latte e caffè.

Una borraccia di acciaio è facile da pulire?

L’acciaio inossidabile è tra i materiali con il più alto grado di igienicità, la sua particolare superficie è facile da pulire, ed è facile da mantenere pulita.

Una bottiglietta in acciaio è resistente all’usura?

Le bottiglie in acciaio di buona marca sono concepite per resistere nel tempo, ed hanno inoltre la possibilità di reintegrare le parti più delicate come le guarnizioni, con ricambi originali forniti dal produttore.

Le bottigliette riutilizzabili in acciaio sono sicure per la salute?

Le bottiglie riutilizzabili in acciaio di buona marca, rispettano le norme di legge, come la normativa MOCA, che stabilisce i criteri di sicurezza dei materiali per la salute umana.

Quali sono le migliori marche di bottigliette in acciaio ?

Tra le migliori marche di bottiglie in acciaio vi sono senza dubbio, l’italiana 24Bottles, le americane S’Well, Kleankanteen , le europee Mizu e Dopper.

 

Con una Bottiglietta in acciaio puoi salvare il Pianeta

Molti pensano alle bottigliette in acciaio come ad una moda, perchè non capiscono che sono un’occasione per salvare il Pianeta.

Insieme si possono realizzare abitudini che modellano la nostra vita e l’ambiente che ci circonda, e spesso sono la causa dei problemi ambientali che minacciano la nostra salute e il futuro del Pianeta.

Sicuramente l’inquinamento da plastica è tra i problemi più gravi del nostro tempo.

La plastica è oramai ovunque

E’ facile trovare oggetti di plastica dispersi per strada, in campagna, sulle spiagge oppure dentro il mare.

All’inizio del 2000 l’emblema massimo dell’inquinamento per Tutti erano le chiazze di petrolio in mare. Infatti l’immagine più ricorrente era quella di animali marini morenti sulle spiagge, intrappolati da chiazze di denso petrolio. Oggi invece fanno paura le immagini delle isole giganti di plastica che vagano negli oceani.

Gli oceani ed i mari sono in grande pericolo

Le enormi quantità di rifiuti plastici presenti nei nostri mari, sono in costante aumento. Ci sono isole di plastica grandi come la Francia che vagano per gli oceani.

Il mare restituisce sempre tutto

Nel 2019 in Sud Africa delle enormi onde di plastica si sono abbattute sulla costa ricoprendo le spiagge con tonnellate di rifiuti plastici.

Nel mese di Novembre 2019 la spiaggia di Fiumicino si è trasformata in un enorme tappeto di plastica, dopo una forte mareggiata. Nessuna costa del mediterraneo è esclusa da questi terribili eventi.

Il mediterraneo è un mare chiuso, per questo viene colpito di più dall’inquinamento da plastica. I suoi fondali sono sempre di più pieni di plastica e la vita marina è sempre più compromessa.

Le microplastiche sono nel ciclo dell’acqua

Purtroppo le microplastiche sono entrate anche nel ciclo dell’acqua. Il ricercatore italiano Dott. Sighicelli, ha studiato la contaminazione dei laghi subalpini, scoprendo che il 45% degli inquinanti è costituito da polipropilene, la stessa plastica delle bottiglie monouso per acqua e bevande.

Quindi, se anche in questi laghi sono presente le microplastiche, significa che la loro diffusione oramai è incontrollata.

Sai cosa significa questo? Che le microplastiche sono nel ciclo dell’acqua, e quindi anche nella catena alimentare.

5 Grammi alla settimana per ognuno di noi

Questo è il motivo per il quale si calcola che in media un essere umano inghiotte 5 grammi di plastica alla settimana, in pratica è come se ti mangi una carta bancomat ogni settimana.

Non siamo isole

Tutta l’umanità è composta da singole persone, ma nessuno di Noi è un’isola, facciamo tutti parte di un unico ecosistema.

Qualsiasi nostra azione ha sempre una conseguenza intorno a Noi.

Ti chiedo di riflettere su questa cosa. Anche le tue azioni ed i tuoi comportamenti hanno una conseguenza su quello che ti circonda, è una catena inevitabile.

Dobbiamo cambiare percezione.

La realtà che viviamo è filtrata dalle nostre esperienze, consapevolezze, dai valori in cui crediamo.

La plastica è un materiale straordinario,  non è cattiva oppure buona, è l’uso sbagliato che ne facciamo che la rende pericolosa.

Inoltre, purtroppo ne usiamo così tanta che non riusciamo più a controllarne il recupero, e l’inevitabile dispersione nell’ambiente.

Non basta più riciclare la plastica, dobbiamo anche drasticamente diminuirne l’utilizzo.

Usare della plastica monouso ad ogni sorso è uno spreco.

L’Italia è un paese strano, sai perché ?

Ci hanno fatto credere che l’acqua in bottiglia è la migliore in assoluto, è così che siamo diventati il secondo paese al Mondo a consumare acqua confezionata.

Legambiente nel 2018 ha dimostrato con uno studio che con una degustazione alla cieca è quasi impossibile distinguere l’acqua imbottigliata da quella del rubinetto.

In Italia nel 2018 abbiamo prodotto più di 8 miliardi di bottiglie di plastica per il confezionamento dell’acqua pari a 320.000 tonnellate di PET.

Secondo le stime di COREPLA (il Consorzio di reciclo e recupero delle plastiche) circa 160.500 tonnellate non sono state mai recuperate e di queste circa 30.000 tonnellate si sono disperse nell’ambiente.

Nessuno però specifica che buona parte della plastica recuperata finisce bruciata nei termovalorizzatori.

Noi Italiani beviamo tanta acqua confezionata e produciamo miliardi di bottiglie di plastica ogni anno.

Utilizzando invece una bottiglietta riutilizzabile, riduci l’inquinamento ogni volta che la usi.

Il potere delle nostre scelte.

E che cosa ci possiamo fare Noi? Dirai Tu.

Siamo oppure no dei consumatori ?

Siamo oppure no i destinatari di questa enorme produzione ?

Lamentarsi che le cose vanno allo sfascio non serve se poi non si fa nulla, sono sicuro che converrai con me su questo.

Io penso che la chiave di volta risiede nella nostra possibilità di agire, in ultimo nelle nostre abitudini.

Le nostre scelte cambiano il mondo

L’Importanza delle nostre abitudini.

Che c’entrano le abitudini ?

C’entrano e come.

Beviamo acqua in bottiglia perché ormai siamo abituati a farlo, quindi alla fineè solo una questione di abitudini, e queste possono essere cambiate in meglio.

Per iniziare ti serve solo una bottiglietta in acciaio riutilizzabile.

Noi siamo le nostre abitudini, e queste modellano il nostro mondo e la nostra vita.

Le nostre abitudini rappresentano in modo fedele la nostra vita, di conseguenza le nostre azioni hanno sempre un impatto nel modellare l’ambiente in cui viviamo.

Se sei a casa, oppure quando ci tornerai fermati un attimo e guardati intorno, guarda gli oggetti, i mobili, osserva come sono disposti.

La tua stanza, il tuo appartamento, la tua scrivania riflettono quello che sei, le tue abitudini, il tuo modo di fare le cose.

In modo simile succede per il nostro pianeta, i rifiuti non si creano da soli ma li produciamo Noi, ma nonostante i meccanismi di riciclo ne produciamo così tanti che il sistema non può reggere.

Una sola R non basta, bisogna Ridurre e Riutilizzare.

Riciclare la plastica è un’ottima idea, ma per farlo servono risorse primarie come l’acqua e l’energia, quindi essere costretti a riciclare sempre quantità maggiori di plastica significa dover utilizzare sempre maggiori quantità di risorse primarie.

Quindi +Plastica = +Energia, +Acqua

Da dove partire allora? Una bottiglietta riutilizzabile rispetta a pieno le tre R di Riutilizzare, Ridurre, Riciclare.

Per poter cambiare basta iniziare dal 1/2 litro che beviamo ogni giorno fuori casa.

Cambiare le abitudini richiede una grande forza di volontà e molta motivazione, per poterle modificare bisogna partire per gradi e da piccoli gesti.

Quando sali delle scale, affronti gli scalini sempre uno alla volta, giusto?

Il CENSIS ha calcolato che nel 2018 mediamente 8 persone su 10 hanno bevuto almeno ½ litro d’acqua imbottigliata al giorno , quindi possiamo dire che la maggiore concentrazione di consumo si attesta su questa fascia.

Buona parte della popolazione passa parte della propria giornata fuori casa, per motivi di lavoro, studio, svago, sport.

Quasi tutta l’acqua consumata in questo lasso di tempo è praticamente è confezionata in bottiglia.

A proposito, tu quando sei fuori casa che tipo di acqua bevi?

La porti da casa ?

Chiedi un bicchiere al Bar ?

Compri una bottiglietta di plastica ?

Bevi alla prima fontanella che trovi ?

Probabilmente potresti essere in più categorie di quelle che ho scritto, e probabilmente rientri anche tra quelli che comprano una bottiglietta.

Se bevi almeno 1 litro di acqua ci vogliono 2 bottigliette da ½ litro,. che in proporzione hanno più plastica di una bottiglia di pari quantità, anche perchè ci sono due tappi, banale ma vero.

Perchè usare una bottiglietta in acciaio riutilizzabile.

Pensa se anche tu iniziassi a portare l’acqua da casa con una bottiglietta in acciaio riutilizzabile.

Cosa ne guadagneresti ?

Per prima cosa da subito produrresti meno rifiuto plastico composto da contenitori monouso, le famose bottigliette.

Inoltre avresti i seguenti vantaggi :

  • Dell’acqua pronta con te, evitando di cercare un punto dove comprarla.
  • Saresti sicuro dell’acqua che bevi.

(perché non puoi avere il controllo di tutta la filiera della bottiglietta che vai a comprare, per quanto riguarda l’igiene esterno della bottiglietta e per le eventuali contaminazioni interne dovute ad errato stoccaggio della merce, per esempio alla luce diretta del sole ed alte temperature da EVITARE PER LEGGE.)

  • Potresti bere l’acqua che vuoi tu.
  • Potresti bere una bevanda che vuoi tu, come una tisana, oppure un’acqua aromatizzata.

Adesso Sprigiona la Tua fantasia.

Ti invito a Sprigionare la tua fantasia e trovare altri vantaggi, anche i più fantasiosi, scrivine almeno 10 su di un foglio di carta, sulle note del telefono, dove vuoi insomma, e poi vedi quali puoi attuare.

Mi fa piacere se li condividi con Noi nei commenti.

La quarta R, la Responsabilità di salvarci.

L’unico svantaggio che vedo, è quello di prendersi la responsabilità delle proprie azioni, di comprare una borraccia, di pulirla e riempirla prima di uscire di casa.

Per quanto ti ho raccontato penso che usare una bottiglietta in acciaio riutilizzabile non sia solo una moda passeggera, ma sia uno strumento da poter usare per salvare il Pianeta.

Usarle significa cambiare le nostre abitudini in meglio, con un vantaggio per Noi stessi e per l’ambiente in cui viviamo.

Il Cambiamento è alla portata di Tutti Noi.

Non possiamo più aspettare, il pianeta non aspettalui si trasforma e basta, sta a Noi agire nel modo migliore possibile.

Mi auguro di non averti annoiato, ma di essere stato d’aiuto per una sana riflessione su come ognuno di Noi nel proprio piccolo con le proprie azioni può fare la differenza.

Iniziando da poco.

Scegli e compra subito la bottiglietta riutilizzabile che ti serve per iniziare il cambiamento.

Cerca la bottiglietta in acciaio riutilizzabile più adatta alle tue esigenze, in base alle situazioni nella quale vuoi usarla, se puoi non consumare più acqua confezionata quando sei fuori casa.

 

10 motivi per non comprare una bottiglietta di alluminio

Se stai pensando di comprare una bottiglietta riutilizzabile in alluminio non lo fare, ecco i principali 10 motivi per cui è meglio che con compri una borraccia d’alluminio:

1) L’acqua nelle bottigliette di alluminio generalmente ha un cattivo sapore e spesso anche un pessimo odore.

Ti dirò di più, anche quando sono nuove queste bottigliette hanno un odore impossibile da mandare via, anche se le lavi moltissime volte.

Sai il perché?

2) Le bottigliette di alluminio generalmente sono trattate al loro interno con una vernice protettiva plastica per impedire il contatto dell’acqua con l’alluminio.

Il motivo è dovuto al fatto che l’alluminio ossida, e la sovraesposizione al ossido di alluminio è tossica.

Nelle persone sane l’ossido di alluminio, se in piccole quantità, viene espulso dai reni senza problemi, ma per evitare qualsiasi rischio tutti i contenitori di alluminio vengono sempre rivestiti con un’altro materiale.

In via precauzionale è bene ricordare che per le persone con problemi renali è consigliabile evitare qualsiasi contatto con fonti di alluminio.

In sostanza, nella maggioranza dei casi avere una bottiglietta di alluminio è come avere una bottiglietta di plastica, ma molto più delicata.

3) A causa del loro rivestimento Le bottigliette di alluminio hanno bisogno di maggiore manutenzione e cura.

Quando vengono lavate bisogna stare molto attenti a non danneggiare lo strato protettivo interno.

4) Nelle bottigliette di alluminio è probabile la formazione di muffe.

Se il film protettivo si danneggia o aumenta la sua porosità è più facile la formazione di colonie batteriche difficili da eliminare con I lavaggi.

Nella foto dell’articolo per esempio, è ritratta una mia vecchia bottiglietta d’alluminio dove il rivestimento interno con il tempo si è deteriorato, e si sono formate delle muffe.

5) Le bottigliette di alluminio sono molto delicate.

L’alluminio è un materiale dolce, quindi basta poco per ammaccarle e pregiudicarne il film interno in corrispondenza dell’ammaccatura, così come è successo a me.

Il rivestimento interno è elastico ma dopo un certo limite si strappa, provocando l’esposizione dell’alluminio che in quel punto comincerà ad ossidare.

6) Se compaiono puntine di muffa oppure ossido la potete gettare.

La rimozione di eventuali punte di ossido oppure di muffa vi porterà a danneggiare ulteriormente il film protettivo rendendo la bottiglietta del tutto inutilizzabile.

7) Dentro le bottigliette di alluminio potete contenere solo acqua.

I liquidi con alto tasso di acidità, come succhi di frutta, spremute di arancia aggrediscono il film protettivo plastico danneggiandolo.

Personalmente ho notato che anche il caffè con il tempo lascia un odore nella bottiglietta difficile da togliere nonostante I lavaggi.

8) La bottiglietta di alluminio è meno economica di quello che pensi.

Più la usi, prima dovrai sostituirla con un’altra bottiglietta, quindi dovrai spendere di più.

Due bottigliette di alluminio costano di più di una sola Bottiglietta d’acciaio.

9) Il fabbisogno mondiale di alluminio richiede ancora l’estrazione della bauxite.

L’alluminio è contenuto sotto forma di ossido nella bauxite che purtroppo in molte zone del pianeta viene estratta in modo devastante sia per l’ambiente che per le comunità locali.

10) Una bottiglietta d’alluminio costa più di quello che pensi.

Il vero prezzo di una bottiglietta d’alluminio ricade nell’ecosistema ambientale, perché il ciclo produttivo dell’alluminio ancora oggi ha bisogno dell’industria mineraria, che spesso è praticata senza regole.

Una bottiglietta di alluminio può sembrare economica nell’immediato, ma se rifletti sui motivi che ti ho elencato ti accorgerai che non è così. Infatti è molto probabile che la userai per poco tempo. Produrla avrà comunque comportato del consumo d’energia, d’acqua, e materia prima d’alluminio.

Anche se sarà stata costruita con alluminio riciclato non importa; nella bilancia del fabbisogno Mondiale avrà comunque contribuito alla necessità di estrarre la bauxite.

In 10 punti ti ho spiegato come le bottigliette di alluminio ci costano care; perché la loro durata è limitata nel tempo; perché l’impatto della produzione dell’alluminio ricade sotto forma di altri costi, inquinamento, costi di smaltimento e riciclo, consumo di suolo, acqua ed energia.

Le bottiglie di alluminio che ho provato sono sempre durate solo 3 -4 mesi prima di divenire inservibili.

Mentre uso ormai con soddisfazione una pratica bottiglietta d’acciaio, che a mio parere oggi è la migliore soluzione per portare acqua con se.

RICORDA :

1 BOTTIGLIETTA DI ACCIAIO costa MENO che 2 BOTTIGLIETTE DI ALLUMINIO

Se ancora non hai una borraccia e ne vuoi comprare una ti consiglio quindi di scegliere una Pratica, Leggere, Robusta Bottiglietta in Acciaio.

Se invece hai già una bottiglietta di alluminio, quando la dovrai sostituire cambia materiale e scegli l’Acciaio.

 

La bottiglia di plastica: un serio rischio per la salute

L’acqua minerale in bottiglia di plastica è un prodotto sicuro per la nostra salute?

Caratteristiche della acque minerali

Per acqua minerale si intende un’acqua di sorgente commercializzata, le cui caratteristiche corrispondono a quanto regolamentato dallo stato presso cui essa è commercializzata.

Controlli sanitari sull’acqua minerale

Per determinare se l’acqua possiede le annesse caratteristiche igieniche e proprietà favorevoli alla salute, l’autorità sanitaria nazionale tramite le varie autorità sanitarie locali  effettua per legge vari controlli, in particolare:

  • con frequenza almeno quadrimestrale: si effettuano controlli presso la sorgente
  • con frequenza mensile o settimanale: si effettuano controlli presso l’impianto di imbottigliamento
  • con frequenza periodica secondo regolamenti regionali, comunali o con indagini a campione:  si effettuano controlli alla filiera della distribuzione (depositi e punti di vendita), applicando sanzioni nel caso di violazione delle norme di disposizione annesse al deposito e distribuzione dell’acqua potabile.

Controlli sanitari per le aziende di settore

I controlli sanitari sull’acqua includono inoltre dei controlli obbligatori alle aziende che si occupano delle gestione della fonte e del processo di imbottigliamento, in particolare:

  • con frequenza bimestrale: si effettuano controlli chimici e chimico-fisici  presso la sorgente
  • con frequenza stagionale: si effettuano controlli microbiologici
  • con frequenza giornaliera: si effettuano controlli chimici, chimico-fisici e microbiologici sul prodotto finito (ovvero sull’acqua appena imbottigliata)
  • con frequenza annuale: si effettuano controlli approfonditi di varia natura per mezzo di laboratori autorizzati.

Inalterabilità (falsa) dell’acqua imbottigliata

Secondo le normative vigenti inoltre, effettuati tutti i precedenti controlli, l’acqua minerale dev’essere imbottigliata senza nessuna alterazione da parte del processo di imbottigliamento, ovvero deve garantire le proprietà dell’acqua prelevata dalla fonte.

L’acqua minerale distribuita da varie aziende dovrebbe possedere il valore aggiunto di essere pura, e di non essere alterata in nessun modo dalla filiera che la porta dalla sorgente al consumatore.

Purtroppo però possiamo dire con certezza che ad oggi è impossibile garantire tutto ciò, vediamo perché.

Polietilene tereftalato: questo è il nome scientifico del blasonato PET, il materiale per eccellenza di cui sono fatte le bottiglie d’acqua minerale vendute nei punti vendita di tutto il mondo. Ve ne sono di vari tipi, ma solitamente nelle bottigliette di plastica trovate il tipo 1, riconoscibile con il seguente simbolo

Il PET è considerato (da molti) un materiale abbastanza sicuro per essere utilizzato a contatto con l’acqua ed alimenti vari.

In Europa il suo utilizzo aderisce ad un apposito regolamento europeo ( Regolamento (UE) n. 10/2011 della Commissione del 14 gennaio 2011, che ha abrogato la precedente Direttiva 2002/72/CE).

Il PET è stato dichiarato molto più sicuro rispetto al PVC (Clorulo di Polivinile), un altro materiale plastico particolarmente diffuso.

Il PVC infatti è considerato particolarmente lesivo per la salute in quanto può rilasciare facilmente un composto organico utilizzato nella produzione della plastica, il Bisfenolo Polifostato A (BPA).

Il BPA è una sostanza di cui vari studi ne hanno dimostrato la pericolosità per l’uomo a causa della sua capacità di interferire con la produzione di ormoni estrogeni, provocare alterazioni al sistema immunitario e persino danni al sistema endocrino.

Il processo di produzione del PET

A seguito delle evidenze scientifiche sui rischi per la salute, il BPA  è stato sostituito da altre sostanze nel processo di produzione del PET in modo da rendere quest’ultimo nettamente più sicuro.

Ma siamo davvero certi che il PET non rilasci qualche altra sostanza pericolosa?

In Italia, a seguito di precise normative, qualsiasi composto plastico utilizzato per venire in contatto con degli alimenti viene controllato.

Per ogni materiale si controlla sia se tutti i suoi “costituenti” sono ammessi (ovvero se gli elementi che microscopicamente compongono il materiale plastico sono ammessi) , e sia su quali siano i “processi di migrazione” (o “cessione” ) dei singoli costituenti, ovvero  quali siano (e come funzionano) eventuali processi che permettono ai costituenti di rilasciarsi in piccole dosi negli alimenti stessi.

Sui processi di migrazione si effettua inoltre sia una valutazione di cessione globale, considerando la percentuale globale di costituenti ceduti, sia una valutazione di cessione specifica, soprattutto per quei costituenti considerati potenzialmente più pericolosi.

I test di migrazione

Si parla in modo più generale di test di migrazione. Per gli alimenti di natura acquosa, i test di migrazione vengono effettuati riempiendo i contenitori con il solvente di prova e tenendo il tutto in osservazione per un tempo sufficientemente lungo, sia a regimi di temperatura considerati simili alle condizioni “normali” di utilizzo, e sia a più elevate temperature, valutando il residuo di eventuali sostanze a  seguito di evaporazione completa del solvente.

La quantità misurata di sostanza ceduta dal contenitore all’alimento è nota come “potenziale di migrazione”. il potenziale di migrazione può essere influenzato da vari fattori, ad esempio:

  • dalla tecnica di produzione del contenitore
  • da proprietà morfologiche, come la cristallinità del materiale plastico del contenitore
  • da porosità superficiale e spessore delle pareti del contenitore
  • dalla natura chimica dell’alimento
  • dal tempo di contatto
  • dalla temperature di conservazione

Per il test di migrazione sul PET, i contenitori vengono riempiti con liquidi che simulano diversi alimenti come:

  • aqua
  • acido acetico al 3%,
  • metanolo al 10%,
  • olio di oliva

Il PET ha dimostrato di avere per ogni costituente che lo compone il minor potenziale di migrazione e di conseguenza il minor rischio di contaminazione per gli alimenti.

Per questo motivo il PET è abbondantemente usato come contenitore non solo di acqua minerale ma anche di bibite gassate, bibite alcoliche, sostanze oleose alimentari.

La seguente tabella mostra alcuni valori indicativi del potenziale di migrazione dei costituenti rilevato in un uno studio per le bottiglie di PET in simulate condizioni d’uso. Da notare che l’esposizione indicata afferisce purtroppo a condizioni che spesso corrispondono alla realtà quotidiana di vita di una bottiglia di plastica.

I risultati indicati sono singolarmente molto bassi, ben al di sotto delle soglie considerate dalle varie regolamentazioni come “sicure”.

Tuttavia le soglie tengono conto solo delle singole sostanze e non delle eventuali interazioni tra le quantità cedute di un costituente e quelle di un altro.

Anche se le singole quantità sono basse la loro combinazione è da considerarsi pericolosa.

Tra le sostanze della tabella precedente l“antimonio”, è una sostanza particolarmente velenosa per la salute in quanto favorisce notevolmente la formazione di vari tipi di cancro, tra cui il cancro al seno.

I metodi analitici utilizzati per effettuare tali misurazioni non posso inoltre considerarsi totalmente esaustivi poiché caratterizzati da limiti di rivelabilità spesso inadeguati a quelli tossicologici.

L’unico valore di cedibilità dei costituenti che si può considerare veramente sicuro per la salute è quello prossimo allo zero, ottenibile solo con contenitori di vetro o acciaio inossidabile di alta qualità.

In linea di principio infatti, una  qualsiasi sostanza la cui concentrazione non è rilevabile tramite processi analitici non implica che essa sia priva di effetti dannosi sulla nostra salute.

A causa di ciò, insieme ai test analitici si sono affiancati nel tempo anche test tossicologici che permettono di effettuare migliori valutazioni sull’impatto per la salute umana di sostanze note o sconosciute che se pur in piccola quantità vengono comunque rilasciate dai contenitori di PET nell’acqua che beviamo.

Gli studi tossicologici

Gli studi tossicologici sono principalmente incentrati, piuttosto che sulle caratteristiche di cedibilità del materiale plastico del contenitore, sulla rilevazione di sostanze nell’alimento contenuto.

Con l’aumento delle temperature (attorno ai 37 gradi), oltre a rilevare la presenza di alcuni dei costituenti indicati in precedenza, si osserva lo sviluppo di eventuali batteri, tra cui la Salmonella, che prolifera in presenza di sostanze tossiche (come l’acetaldeide , sostanza sempre indicata nella precedente tabella). (Test di Ames e test di Kado ).

Il problema del trasporto e stoccaggio: la filiera altera il prodotto

Il problema principale è che il PET, così come tutti i materiali plastici, rilascia sempre qualche sostanza se esso è soggetto a processi di corrosione, come ad esempio le fonti di calore.

Contro l’esposizione di bottiglie di plastica a fonti di calore si è espressa la legge nazionale.

La Corte di cassazione infatti, con la sentenza n. 39037 depositata il 28 Agosto 2018 decreta:

La conservazione di bottiglie di acqua minerale in contenitore PET all’aperto ed esposto al sole configura la contravvenzione prevista dall’art. 5, lett. b), della legge 30 aprile 1962 n. 283, atteso che l’esposizione, anche parziale, di prodotti destinati al consumo umano alle condizioni atmosferiche esterne, tra cui l’impatto con i raggi solari, può costituire potenziale pericolo per la salute dei consumatori, in quanto sono possibili fenomeni chimici di alterazione dei contenitori e di conseguenza del loro contenuto.

Questa osservanza fornisce delle indicazioni per magazzini e punti vendita, ma l’esistenza di una legge non garantisce che essa sia comunque rispettata.

Così qualsiasi supermercato, o bottega può essere autorizzata a vendere bottiglie d’acqua senza un preciso piano di controlli periodici da parte delle autorità locale preposte.

Così, per vari motivi, è facile vedere pile di bottiglie d’acqua di plastica accatastate in luoghi non proprio idonei. Soprattutto in estate.

Poiché l’acqua non è considerata un alimento fresco, il suo trasporto avviene principalmente sul gommato.

Si utilizzano grossi camion dentro cui in estate, in zone particolarmente calde, la temperature arrivano oltre i 40 gradi provocando l’irrimediabile alterazione del prodotto.

L’esposizione a fonti di calore e la conseguente alterazione della bottiglia, può provocare l’alterazione dell’isolamento dell’acqua dall’ambiente esterno.

Questa alterazione può favorire la formazione di batteri all’interno del contenitore che, come affermato in precedenza, si moltiplicano più rapidamente in presenza di sostanze tossiche.

E’ evidente che l’acqua minerale in bottiglie di plastica non si può considerare un alimento sempre sicuro per la nostra salute.

Sono troppe le evidenze scientifiche che ci fanno dubitare dell’affidabilità di una bottiglia di plastica.

Sono troppo evidenti le pecche del sistema di trasporto e stoccaggio le cui caratteristiche non sono volte a presevare in sicurezza il prezioso alimento trasportato.

 

Come scegliere una Borraccia Termica su Amazon

Tre Trucchi da usare per scegliere un prodotto su Amazon ed evitare la sindrome della della pizza fredda.

Leggendo questo articolo capirai come valutare nella maniera più obbiettiva possibile le caratteristiche di un prodotto in vendita su Amazon.

Nel nostro caso specifico ti descriverò degli esempi tratti da alcune borracce termiche in vendita su Amazon, ma gli stessi principi che ti spiegherò li potrai tranquillamente utilizzare anche per altri prodotti.

Su Amazon, hai la possibilità di scegliere tra una varietà infinita di marche e modelli; ma certe volte l’abbondanza invece di aiutarci ci mette in difficoltà.

Anche su Amazon ormai spopola la vendita di borracce e bottigliette termiche in acciaio, perché essendo un sito di riferimento per l’e-commerce qualsiasi venditore vuole presidiarlo.

Tutti abbiamo ormai capito quanto sia importante cambiare le nostre abitudini verso modelli più sostenibili, per questo motivo usare le borracce in acciaio inox è un ottimo inizio per fare del bene Noi stessi e all’ambiente che ci circonda.

Come scegliere una borraccia termica oppure una bottiglietta in acciaio su Amazon?

Stai alla larga dalle recensioni a 5 Stelle di Amazon

Le recensioni sono un importante strumento di feedback che permette agli utenti di poter esprimere valutazioni sul prodotto oppure sul servizio acquistato.

Allo stesso tempo permette ai vendotori di poter avere un potente strumento di marketing pubblicitario, perchè la soddisfazione dei propri clienti è da sempre la migliore pubblicità per chi offre servizi o prodotti.

Ma purtroppo come spesso accadec’è sempre chi cerca delle scorciatoie e chi invece le offre. Purtroppo Amazon non è esente da questo fenomeno, ed è orami fiorente il mercato delle recensioni positive che molti venditori utilizzano per lanciare I propri prodotti.

Ci tengo a precisare che Amazon applica dei continui e severi controlli di verifica delle recensioni. Ed è estranea da questi processi, anzi li combatte attivamente ogni giorno. In ogni caso ci sono dei piccoli trucchi per aggirare questo problema.

Inizia dal basso

Quello che faccio io, è sempre quello di iniziare dal basso e leggere le recensioni negative. Se lette attentamente e con occhio critico, le recensioni negative ti aiutano di più a rispondere a molte delle domande che ti poni su un determinato prodotto, oppure sul venditore.

Usa sempre un approccio qualitativo

Avvolte una sola recensione negativa dice molto più di decine di recensioni positive, in particolare quando :

  • E’ stata scritta concentrandosi sul prodotto e sui suoi punti deboli, elencando spesso anche alcuni aspetti positivi.
  • La recensione è stata scritta dopo aver utilizzato il prodotto, valutandone le caratteristiche e punti deboli, in modo oggettivo.
  • E’ priva di giudizi negativi, frutto di pretese ed aspettative fuori luogo.

Per aiutarti ti allego lo screenshot di alcuni feedback negativi, alcuni utili altri invece irrilevanti e pretestuosi.

Questo è un esempio di feedback negativo che offre informazioni interessanti sulla resistenza della bottiglietta. La cosa interessante è stata quella di trovare diversi feedback che indicavano lo stesso problema, quindi non si trattava di un caso isolato.

Questa sotto invece, è un esempio di recensione che ti fa notare un problema riguardante il servizio offerto al cliente. Questo screenshot rende perfettamente l’idea di come un feedback ad 1 stella dica più di 100 feedback a 5 stelle.

Nel mezzo si nasconde la verità

Come si dice dalle mie parti, la verità sta sempre nel mezzo. Le recensioni infatti che ti potranno aiutare di più sono quelle che si trovano nel mezzo della classifica dei giudizi, in particolare quelli emessi con tre stelline. Se li leggi, ti accorgerai subito che sembrano apparire molto obbiettivi, sono scritti senza troppa enfasi, descrivono valutazioni sobrie, pacate, semplici e pulite.

E’ tra queste valutazioni che puoi trovare il vero valore che cerchi nel prodotto che vorresti acquistare.

Di seguito alcuni esempi di valutazioni di una bottiglietta ECONOMICA, prezzo sotto i 10 Euro.

Potrai notare che emergono subito i limiti della borraccia, e che la sua qualità è bassa proprio come il prezzo a cui è proposta.

In sintesi, COSTA POCO e VALE POCODURA POCO.

Io sconsiglio di comprare prodotti troppo economici, perché sotto un certo prezzo non si possono garantire degli standard di qualità accettabili; una bottiglietta del genere dura poco e diviene presto un rifiuto, questo va contro ogni concetto di longevità ed ecosostenibilità del prodotto.

Stai attento agli uncini

L’uncino è la classica figura che si forma nel riepilogo delle recensioni, quando queste si concentrano ai due estremi, ed è un possibile segnale che qualcosa potrebbe non andare bene.

E’ così che ho sgamato diversi prodotti, all’apparenza fantastici ma che in fondo avevano dei punti deboli non da poco.

La figura dell’uncino si crea quando le recensioni sono concentrate tutte in alto, solitamente con il massimo punteggio, ma poi stranamente al centro ci sono pochissime recensioni, e puoi invece notare una discreta percentuale di recensioni negative.

Questo è segnale che parte delle recensioni positive potrebbero non essere genuine.

In questo caso leggi attentamente le recensioni negative e cerca di valutare l’oggettività delle osservazioni ed informazioni che queste muovono nei confronti dell prodotto oppure del venditore.

Gli screenshot delle recensioni negative che ti ho allegato sopra, li ho presi tutti da prodotti che avevano la figura ad uncino nelle valutazioni feedback.

Le tre categorie principali dei Brand su Amazon

Ma quali sono le categorie principali in cui poter dividere i Brand su Amazon? I BRAND TOP, che hanno costruito la loro immagine fuori da Amazon.

Propongono idee innovative, hanno una loro vision ed Amazon per Loro è solo un marketplace da presidiare; per i BRAND TOP Amazon non è il principale canale di vendita.

Il prezzo delle Borracce Termiche in Acciaio INOX dei BRAND TOP è giustificato dalla qualità, ma anche dall’assistenza offerta al cliente, la capacità di offrire e mantenere un catalogo di ricambi per I propri prodotti ed infine dal valore intrinseco del Brand.

Brand CHEAP, sono marche sconosciute di prodotti anonimi, senza infamia ne gloria; la loro spina dorsale è la vendita su Amazon.

Li puoi riconoscere da prezzi mediamente molto bassi, e quello che ti propongono vale mediamente quanto spendi, cioè poco; buona parte di questi prodotti rientrano nei programmi di dropshipping tramite AMAZON FBA.

Infine abbiamo i I Brand in LANCIO.

Questi marchi usano Amazon come trampolino di lancio per acquisire quote di mercato. I prodotti di questi marchi sono I più difficili da valutare; perchè spesso costruiscono una buona campagna di marketing, ma i prodotti sono ancora acerbi e con molti difetti.

Purtroppo molto spesso ho notato che a distanza di tempo le valutazioni di alcuni di questi marchi rivelano punti deboli a mio avviso molto gravi.

RECAP più altre due dritte maledettamente importanti

Stai alla larga dalle valutazioni a 5 stelle, leggile con attenzione, senso critico, scartando quelle dove emerge un entusiasmo eccessivo.

Leggi attentamente le valutazioni centrali, perché sono quelle che racchiudono I giudizi espressi con maggiore obbiettività e racchiudono maggiormente I benefici e le caratteristiche del prodotto.

Leggi sempre le valutazioni con 1 STELLINA, perchè puoi trovare I punti critici del prodotto oppure del venditore.

Ricordati che quando le cose vanno bene siamo Tutti bravi, è nelle difficoltà e nei problemi che si notano le differenze.

Infine ricordati le DUE CARATTERISTICHE che deve avere sempre una buona Bottiglietta Termica in Acciaio INOX per essere ecosostenibile.

Deve essere robusta, ma per esserlo non bastano I materiali, dipende anche da come è stata realizzata.

La vernice deve resistere ai graffi ed essere atossica, la bottiglietta deve essere capace di sopportare gli urti, e le parti sottoposte a stress devono resistere all’usura per non rompersi con il normale utilizzo.

Controlla sempre che nella bottiglietta che vuoi comprare, tutte le parti che si possono rompere e consumare, come I tappi e le guarnizioni, si possono sostituire con dei ricambi.

Questi sono due piccoli particolari che rendono una borraccia termica in acciaio un prodotto longevo e veramente ecosostenibile.

 

La migliore borraccia termica per l’estate 2021

In questa estate 2021 c’è una gran voglia di una nuova normalità, ecco le migliori borracce termiche da portare in spiaggia, in montagna oppure in città per restare sani ed idratati.

La necessità di uno stile di vita più ecosostenibile, ha trasformato la borraccia termica da semplice contenitore, in moderno accessorio dal design accattivante e da prestazioni sorprendenti.

In un mercato in grande crescita, la grande varietà di modelli e marche tra cui scegliere, aumenta inevitabilmente l’indecisione al momento dell’acquisto.

I tempi delle brutte borracce in plastica, dai colori improbabili e le forme goffe sono oramai passati.

Oggi le borracce termiche sono divenute a pieno titolo degli accessori utilissimi in ogni situazione, ed indispensabili per poter intraprendere uno stile di vita più sostenibile.

Ma allora quale scegliere? Con questo articolo sconfiggerai l’indecisione ed I dubbi, perché sarai accompagnato dalla nostra esperienza nella scelta di alcuni modelli di borracce termiche di comprovata qualità.

1) Borraccia Termica 24Bottles

Iniziamo con le bottigliette in acciaio e le borracce termiche della 24Bottles.

Questa azienda italiana di Bologna è da sempre fortemente orientata al mondo della moda, ma non tralascia i dettagli e le esigenze di chi ama lo stile Street URBAN o la vita all’aperto.

Oltre ai classici modelli dalle tinte uniformi, la 24Bottles rinnova costantemente l’outfit di molti suoi prodotti, proponendo continue novità ad ogni nuova stagione, con intere nuove collezioni di decorazioni diverse.

La 24Bottles progetta sia il design che le caratteristiche tecniche di tutte le borracce termiche e bottigliette in acciaio che produce, con un approccio rivolto costantemente all’ecosostenibilità.

Inoltre la 24Bottles aderisce al programma di sostenibilità B Corporation, per questo motivo tutte le sue attività sono sempre orientate a realizzare un impatto positivo sia sulle persone che sull’ambiente.

Tutti i prodotti 24Bottles sono infatti ad impatto Zero Emissioni di CO2 per tutto il loro ciclo di vita.

Scegliere una borraccia termica 24 Bottles, significa comprare un prodotto di qualità che esprime stile, gusto e bellezza, senza tralasciare le prestazioni, significa voler avere un impatto positivo nel Mondo.

Le Borracce Termiche 24Bottles sono belle e funzionano meglio. La 24Bottles è una giovane azienda Bolognese, che sta trasformando l’idea di borraccia in Italia, unendo l’aspetto ecologico allo stile ed alla moda. Le bottiglie termiche 24Bottles sono straordinarie, sia nel mantenere il freddo che il caldo.

Il design è un componente importante per le bottiglie 24Bottles, per questo le finiture disponibili sono sempre in continua evoluzione, e la Hammertone Finish è una di queste.

E’ la finitura più robusta e duratura disponibile nelle bottigliette 24Bottles, adatta per usi più intensi in contesti più avventurosi come le escursioni in montagna.

Nello specifico questa bottiglietta è la CAMO ZONE, disponibile solitamente in tre formati, 330ml, 500ml, 850ml.

Per chi è questa bottiglia? Per chi necessita di una bottiglia con una finitura esterna ulteriormente più resistente rispetto alla già classica e robusta verniciatura atossica applicata a polvere che offre di base la 24Bottles. Come sempre la 24Bottles si distingue per il suo particolare design delle bottigliette in mezzo a tutte le altre.

Perchè comprarla? Il design della 24Bottles è unico ed irripetibile, nelle texture e nelle tonalità dei colori. Le caratteristiche tecniche e dei materiali sono di alto livello e garantiscono un’elevata qualità.

La 24Bottles è unica e riconoscibile, ormai le bottiglie di molti marchi si assomigliano tra loro, le 24bottles NON ASSOMIGLIANO A NESSUNA.

Ti riassumo i fondamentali punti che descrivono questa bellissima bottiglia:

• Finitura Satinata
Acciaio inossidabile 18/8 per uso alimentare
• Mantiene i liquidi caldi fino a 12 ore e freddi fino a 24
• 100% senza BPA, senza ftalati, senza tossine
 Adatto anche per bevande acide e gassate
• Non trattiene o impartisce alcun sapore
• Non crea condensa
• Tappo in acciaio inossidabile con guarnizione in silicone a tenuta stagna

• Ampia apertura per inserire cubetti di ghiaccio e facile pulizia
• Ammesso l’imbarco in aereo
• Si raccomanda il lavaggio a mano

Se ti interessa comprarla devi sapere che quella da 500ml e solitamente viene venduta a34.90 Euro.

Mentre quella da 850ml viene venduta a 44,90 Euro.

 

2) Borraccia Termica MIZU

Ecco la Borraccia Termica per gli spiriti avventurosi. Sei pronto per un’estate all’aria aperta piena di emozioni ?

Se ami lo sport, oppure lo stile street urban, le borracce termiche dell’azienda MIZU ti stanno strizzando l’occhio.

Il motto di MIZU è vivere ogni giorno con uno stile di vita avventuroso, e non importa dove ci si trovi, sulla cima di una Montagna, in una metropoli affollata, oppure nella tranquillità della propria scrivania, l’importante è avere lo stato d’animo giusto. La MIZU è un’azienda che concepisce i propri prodotti in base alle indicazioni di un team di atleti, fotografi ed esploratori, che girano il Mondo per professione ed affrontano ambienti di ogni tipo, dall’affollato centro urbano di una metropoli, alla fitta vegetazione di una foresta.

Grazie all’esperienza diretta sul campo, queste persone offrono interessanti spunti e specifiche utili alla MIZU per progettare e produrre contenitori ed accessori nati per essere usati in qualsiasi tipo di condizione.

Le borracce Termiche MIZU, oltre ad offrire grandi prestazioni, sono parte di un importante programma di sostenibilità ambientale chiamato 1% per il Pianeta.

Lasciatelo dire, se un’azienda produce borracce termiche, non può essere credibile fino in fondo se non mette in atto azioni ed iniziative per rendere la propria attività economica sostenibile per l’ambiente e le future generazioni.

Comprare una borraccia termica MIZU, significa far parte di una Tribù di sognatoriavventurosiromantici;

Una movimento di gente che vive la vita con passione e controcorrente, ma che sa godere anche di un semplice tramonto in montagna o in riva al mare.

E’ robustissima e non teme gli urti. Anche in caso di ammaccature esterne mantiene intatte le caratteristiche di protezione termica dei liquidi che contiene.

A chi è destinata questa bottiglia? A chi ha esigenza di portare con se acqua per un periodo prolungato fuori casa, oppure lontano da luoghi dove poter trovare acqua potabile. E’ perfetta come borraccia d’acciaio per famiglie per portare bevande calde o fredde da condividere.

Perchè comprarla? Ha un ottimo rapporto qualità prezzo, è realizzata da un’azienda che testa i propri prodotti e li realizza secondo le indicazioni di persone che a vario titolo vivono esperienze all’aperto anche in condizioni estreme.

Per questo è un prodotto funzionale, ed estremamente versatile che si adatta a qualsiasi situazione e non teme i maltrattamenti, perfetta per essere portata in viaggio o semplicemente in città in qualsiasi condizione, dentro uno zaino oppure attaccata alla sella di una moto, ma anche che su una comoda scrivania a casa o in ufficio.

Caratteristiche:

– 1.200ml
– Isolamento a doppia parete con camera di vuoto.
– Acciaio inox 18/8 per uso alimentare.
– Apertura larga della bottiglia.
– 100% BPA free, 100% Riutilizzabile & Reciclabile
– Garanzia a Vita.

 

3) Borraccia Termica S’WELL

Ecco a Voi la Principessa A Stelle e Strisce delle Borracce Termiche. La S’WELL è uno dei marchi più famosi al mondo, che ha letteralmente travolto il mondo delle borracce termichetrasformandole da semplici contenitori in accessori raffinatissimi di moda.

Con più di 10 anni di attività alle spalle, la sua fondatrice Sarah Kauss ha iniziato l’avventura nel mondo delle borracce termiche con la volontà di creare un movimento di persone.La sua passione ispira le persone, per questo motivo comprare una bottiglia s’well significa far parte di una tribù mondiale che con i suoi gesti ha un impatto positivo sul pianeta.

Le borracce termiche S’well, vengono definite fashion bottles e sono tra le più performanti presenti nel mercato mondiale. Sono progettate e curate con la massima dedizione, sia nel design che nelle prestazioni. Anche la S’WELL aderisce al programma di ecosostenibilità certificato B Corporation.

Comprare una borraccia termica S’WELL significa far parte della scintilla del cambiamento, l’ispirazione verso uno stile di vita più sostenibile senza rinunciare allo stile.

 

4) Borraccia Termica LARQ Bottle Movement

L’unica Bottiglia in Acciaio che si pulisce da sola. LA LARQ Bottle Movement è una giovane azienda che ha lanciato nel mercato la prima bottiglia d’acqua autopulente e riutilizzabile al mondo.

Grazie alla progettazione di un innovativo sistema di raggi UV  e tecnologia LED. Questo sistema si chiama PureVis LED UV-C,  ed agisce sia sulle pareti interne della bottiglia, sia sull’acqua contenuta nella bottiglia, purificandola efficacemente, perchè sia i batteri che i virus.

Come è noto, sono questi che causano i cattivi odori tipici delle bottiglie d’acqua riutilizzabili, così come vi ho spiegato in questo articolo.

Una tecnologia rapida ed efficace: La tecnologia della LARQ è efficace in soli 60 secondi  e si aziona con il semplice tocco. Una volta attivato il sistema, ogni 2 ore esegue un ciclo di pulizia dell’acqua mantenendola sempre pulita e dal sapore intatto. Questa bottiglia è  a parete singola ed è ultraleggera.

Autonomia Prolungata grazie alla tecnologia delle celle al Litio: La batteria ricaricabile tramite presa USB ai polimeri di litio vi offre la capacità autopulente della bottiglia fino a un mese con una carica completa. Ricarica con connettore MicroUSB impermeabile con certificazione IPX7 (incluso cavo di ricarica da MicroUSB a USB)

La bottiglia LARQ Bottle Movement è realizzata in acciaio inossidabile a parete singola, e il suo esclusivo manicotto intercambiabile in silicone la protegge da graffi e urti quando siete in movimento, oltre che a garantire un minimo isolamento termico.

A chi è destinata questa bottiglia: Alle persone esigenti, che cercano una bottiglia riutilizzabile non termica molto leggera, che amano il design, ma che non rinunciano alla sicurezza di un prodotto sicuro che garantisca la purezza dell’acqua che bevono in qualsiasi condizione.

Perchè comprarla: La bottiglietta LARQ è unica nel suo genere ad  adottare una tecnologia di purificazione moderna che non prevede filtri che entrano a contatto con i liquidi, e che pulisce anche le pareti interne della bottiglia.

E’ realizzata secondo dei rigidi standard di qualità, garantisce acqua sempre pura in ogni situazione, libera da batteri e VIRUS in modo efficace.

Con quali prodotti si confronta: Non ci sono prodotti che adottano lo stesso tipo di tecnologia innovativa. Le bottiglie con filtro passivo non raggiungono le stesse prestazioni di purificazione e sanificazione di questa bottiglietta.

Questa bottiglia viene venduta solitamente a 89,00 Euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Don`t copy text!